• Unfriended: l’horror ai tempi di Facebook


    I social network invadono ogni ambito: privacy, coppie, amicizie, letteratura e cinema. E’ quest’ultimo il caso di Unfriended, pellicola cui mi sono avvicinato con estremo scetticismo: per dirla chiara e limpida, non digerisco i mockumentary e/o i found footage nemmeno dopo un etto di Brioschi. Inutile, c’è niente da fare: mi rimangono lì sullo stomaco. (altro…)

  • Blade Runner 2049: la fantascienza in un pugno


    Partiamo dal concetto che di Blade Runner 2049 non se ne sentiva alcun bisogno, per cui: o la sceneggiatura che si propone al pubblico è di qualità eccelsa, o la si può lasciare tranquillamente nel cassetto. Il capolavoro di Ridley Scott aveva già detto tutto, in fondo: al termine della pellicola non si avverte alcun senso di incompiutezza ma, al contrario, si percepisce di avere assistito a un capolavoro della fantascienza. (altro…)

  • Autopsy: anatomia di un horror moderno


    Meglio Autopsy o Babadook? Chi butteresti giù dalla torre?
    Questa è la domanda che pochi giorni fa mi è rimbalzata davanti più di una volta, scrollando il news feed di Facebook. Questo è anche un quesito cui non sapevo ancora dare risposta, non avendo visto Autopsy fino a quel momento. (altro…)

  • San Valentino da paura: 5 film per coppiette che amano il terrore


    Le vetrine delle cartolerie sono tutte un cuore. I baci Perugina si sprecano. Scrolli l’home page di Facebook e non trovi più Sanremo: sospiri di sollievo per un attimo, poi ti accorgi che la De Filippi è stata rimpiazzata da San Valentino: foto di coppia di qua, la tua amica single che, mangiando Nutella, sputa veleno di là. (altro…)