AndreaArditi.com
Il mio SEODigital Project Manager: le competenze che devi avere assolutamente
digital-project-manager-competenze

Digital Project Manager: le competenze che devi avere assolutamente

by

Se lavori nell’ambito del project management, sei molto più che un semplice appassionato di contenuti digitali. Alcuni project manager hanno un background nel campo del design o dello sviluppo, ma molto spesso no. Hanno invece un po’ di esperienza nel campo digital. Da qualunque ambiente tu provenga, in ogni caso, ci sono delle competenze da avere e/o assimilare assolutamente, se aspiri a essere un digital project manager amato e rispettato dal tuo team.

  1. Competenze nell’elaborazione e nell’editing dei contenuti
    I contenuti detengono e deterranno sempre lo scettro della competenza sovrana. Essere bravo a scrivere e editare ti renderà sempre un inestimabile membro del team. Il tempo è sempre poco: non importa da quanti professionisti sia composto il tuo gruppo di lavoro. Un post per il blog, una presentazione per un designer, una mail da inviare al cliente… La bravura nella scrittura è fondamentale. Hai mai visto un designer scrivere? Di solito non è il massimo. Un buon project manager  dovrebbe essere in grado di trasformare le parole di un designer in qualcosa di leggibile
  2. HTML/ CCS
    HTML e CCS sono le lingue principali parlate su internet. Se ti sei cimentato su qualcosa pubblicato online, saprai anche della loro importanza. Essere in grado di scrivere o rielaborare un codice HTML è una competenza di supporto per gli sviluppatori. Più sai, più riuscirai ad aiutare i tuoi colleghi. A volte, delle semplici capacità come embeddare un video di YouTube, aggiungere del testo o delle immagini occasionalmente, fanno la differenza.
  3. FTP
    E’ il metodo più diffuso per la connessione a un server e ai file System locali e sul web. Ogni digital project manager conosce Dropbox, ma avendo una conoscenza dell’FTP ti metterai su un altro livello. Puoi farlo tramite Filezilla o Cyberduck.
  4. Analisi e report
    I dati sono uno strumento per “prevedere” il futuro. I project manager devono sapere come interpretarli. Il metodo più utile è quello di utilizzare Google Analytics: è una piattaforma intuitiva e ben documentata. Installare il codice di analytics sul proprio sito è semplice e Google – in questo – ti può dare una mano con una guida che ti seguirà passo a passo. Essere bravo a configurare Google Analytics non significa nulla, però, se quei dati che ti offre non li capisci. Google ti viene in aiuto anche qui, offrendoti una guida online utile a capire l’intera piattaforma. La trovi QUI. Dopo avere appreso tutte le informazioni necessarie, potrai diventare un professionista della piattaforma. Essere un “Google Analytics certified” avrà certamente il suo peso.
  5. Conoscenza dei sistemi di gestione dei contenuti
    WordPress, ExpressionEngine e Drupal sono tre dei più popolari sistemi di gestione contenuti. Nella maggior parte dei casi, visto uno e visti tutti. Conoscere la teoria alla base di questa competenza è fondamentale. Alcuni contenuti sono editabili e altri sono decisamente criptati all’interno dei template. Essere bravi nel creare, editare e pubblicare contenuti a mezzo sms è una skill fantastica, se la possiedi. Essere bravo a inserire immagini, editare contenuti in un sistema, può salvare lo sviluppatore in un lavoro pedante.
  6. Social Media
    Conoscere le varie piattaforme di pubblicazione e gestione dei social media è una skill fondamentale. Ognuno costruisce la propria reputazione sui social, che sia con una pagina Facebook, Twitter o Instagram. I project manager devono conoscere le limitazioni sui contenuti e cosa sia invece possibile fare sulle varie piattaforme. Alcuni utilizzano dei tool specifici per gestirli. Saperli utilizzare può essere un supporto, ma non è così necessario.
  7. SEO
    Il search engine domina ancora il processo di scoperta sul web. Essere bravi a implementare il proprio ranking è una competenza favolosa. La SEO si gioca tutta sulla creazione e l’ottimizzazione dei contenuti, in modo tale da aiutare l’aumento della rilevanza del proprio brand. Capire come si codificano le informazioni, i contenuti e le pagine può aiutarti nel tuo lavoro.
  8. Keynote/Powerpoint
    Raccontare un qualcosa organizzando il contenuto in maniera accattivante è ormai la base della strategia di marketing moderna. Essere in grado di creare una presentazione d’impatto non può che giovarti.
  9. Photo editing
    Non devi essere un drago, ma saper tagliare, ridurre e metter mano su un’immagine non sarebbe male. Avere delle competenze base nel photo editing migliora il morale del tuo collega designer del 200%.
  10. Linguaggio professionale
    Questo mi pare ovvio. Parlare con un linguaggio appropriato ti aiuterà a comprendere e contribuire materialmente alla conversazione. Capire cosa sia jQuery ti aiuterà ad aiutare il miglioramento in termini di risultati della tua pagina, tanto per dire.
  11. Un occhio ai dettagli
    E’ chiaro che bisogna guardare un progetto nella propria interezza. Ma guardare il macro insieme e concentrarsi, in un secondo momento, sul sotto insieme è ugualmente importante. A volte è possibile notare errori in una presentazione: non si fa una bella figura. Una bella revisione con particolare attenzione per il dettaglio fuga spiacevoli situazioni di impasse.
  12. Organizzazione
    Un corretto sguardo alla deadline e una progettualità studiata in base a essa paga sempre i dividendi, arrivati alla consegna effettiva. Bisogna essere organizzati, in modo tale che la macchina sia ben rodata e non si vada ad arenare perché l’immagine del designer non arriva, o non arriva quella giusta, solo perché non si è parlato con il programmatore.
  13. Relazioni di vendita e relazioni strategiche
    A volte non è possibile gestire tutto a causa di limitazioni dovute alle proprie competenze specifiche o a problemi vari ed eventuali. Avere la capacità di cercare venditori qualificati è una grande skill. Essere in grado di coordinare venditori esterni e freelance è un’arte.
  14. Conoscenza delle moderne tecnologie e di quelle emergenti
    Essere project manager nell’era del digital significa essere sul pezzo in merito alle nuove tecnologie. Non puoi sentirti come uno straniero in terra straniera. Se sei neofita, ok. Ma entrando in un team di professionisti che opera nel campo, devi avvicinarti  e assimilare tutto: in questo senso diverranno i tuoi migliori amici, oltre che guide nell’universo digitale. Inoltre, saranno ben felici di condividere la loro passione.
  15. Negoziazione
    Il tempo è limitato e lo sono anche le scadenze. Un grande project manager sa come limitare i rischi e lavorare con il proprio team, in sinergia con il cliente, in modo tale da raggiungere l’obiettivo  e raggiungere la deadline con tutto pronto. Un digital PM deve essere in grado di negoziare con i venditori, con i clienti sulle scadenze e con l’organigramma interno sull’effettiva progettualità.
  16. Responsabilità
    Le aziende non funzionano sui codici e sulle belle immagini di Illustrator. Vivono, banalmente, di denaro. Anche grazie a codici e immagini che vengono implementati, certo. Ma un project manager deve capire le implicazioni che tutto ciò ha e l’impatto sul proprio team. Deve essere comprensivo nella gestione quotidiana del proprio team, ma allo stesso tempo sapere come renderlo produttivo nei momenti di forte stress.
  17. Ottimismo
    Il pensiero positivo gioca un ruolo fondamentale per essere un bravo DPM. Quando qualcosa va bene, dall’altra parte c’è qualcos’altro di migliorabile. E quando c’è qualcosa di sbagliato, è sempre colpa tua. Mantenere il sorriso in entrambe le situazioni diventa fondamentale.

leave a reply

Contattami

Back to Top